domenica 2 giugno 2013

Scacchiando

Ecco. Se vai online e cerchi robe sulla cura delle piante di pomodoro troverai termini tecnici molto specifici e complessi, se vai invece tra le schiene curve sotto il raro sole della nonprimavera ti diranno invece una cosa sola: scacchiali suvvia.
Scacchiare i pomodori, ossia togliere i fustini in più, i rametti che distraggono la pianta con le loro foglie, dicono porti ad una maggiore e migliore produzione pomodoresca. E quindi stai là con la schiena curva a schivare mosche vampiro grandi come mandorle e ne approfitti per sostituire qualche canna di supporto ormai distrutta. Eh oh! All'improvviso tra le mani ti ritrovi un micropomodoro, grande non più della falange di un mignolo ma molto più appetitoso. Verde, piccino picciò, sfida il terreno impervio per mettersi a disposizione del contadino. So' soddisfazioni.

Nessun commento:

Posta un commento