giovedì 19 febbraio 2015

Crepuscoli

Da un messaggio appena spedito:

tornato ora a casina dal campo.
andato via, mentre cinghiali e volpi iniziavano a salire dal burrone a fondovalle sfruttando la copertura del crepuscolo.
i pochi uccelli non si sentivano più già da molti minuti, di quando in quando il guizzo nervoso di un sauro tra le canne spezzate sul terreno, e poi i brividi infreddoliti del cane, le fronde degli olivi scosse a tratti come a dire dolcemente "bai bai" (o "vai vai"?), da giù, dall'orrido, solo l'eco di un focherello lontano.
le distanze tra me e gli alberi si accorciavano,
il primo buio già ci rende circospetti, inabili e pronti ad una doccia ristoratrice.
siam tornati cantando, domani si ricomincia.

Nessun commento:

Posta un commento