mercoledì 11 novembre 2015

Il PollOlio Tuscia 2015 è qui!

Che emozione assaggiare il primo olio d’oliva prodotto alla Pollo’sFarm. Il PollOlio Tuscia 2015, spremuto a freddo, extravergine e biologico, è finalmente tra noi. Il suo profumo porta con sé gli aromi del mio campo e sulla prima bruschetta di assaggio mi ha spiazzato, non credevo che avremmo potuto godere di un olio così buono, fruttato senza esagerare, appena appena amaro, vagamente piccante.

Al frantoio oggi stanno frantumando le mie ultime olive con le grosse macine qui sotto. Nel complesso dopo una settimana di fatica nell’uliveto abbiamo tirato giù circa otto quintali di frutti dalle varietà che abbiamo: liccino, soprattutto, pendolino, frantoio e quaglione.

Se la qualità sembra eccezionale, e questa stagione è andata davvero bene a tutti qui in zona a sentire la gente di paese, la conversione è un po’ meno esaltante: per ogni quintale di olive abbiamo ottenuto mediamente undici litri d’olio (1 a 11). Il mio maestro e confinante Mario mi racconta di anni d’oro in cui si poteva contare su conversioni ben più alte. La voce che gira è che quegli anni siano finiti per sempre. Si dice qui che la sterilità ormai triennale che ha colpito alcune varietà di olivo, con punte preoccupanti soprattutto nella varietà Canino, forse la più conosciuta e ricercata, sia un fatto a cui bisogna abituarsi proprio come la riduzione della conversione. “E’ il cambiamento climatico”, dicono tutti.


Sia come sia mi appresto a distribuire all’ampia famiglia una buona produzione, ed è davvero una grandissima soddisfazione. Ancora più esaltante, però, è stato venire affiancato dai miei generosi fratelli in questa settimana così impegnativa. Con un tempo mite e un sole splendente abbiamo goduto di alcune delle più belle giornate insieme dei tempi recenti. Qui sotto un microvideo con un po’ di robe per i miei album di ricordi e per i miei due, anzi vedo che ora siete in tre, lettori.

PollOlioTuscia2015 from Paolo De Andreis on Vimeo.

Nessun commento:

Posta un commento